Fine del Mondo? Quasi. Ecco l’asteroide

Toutatis passerà a distanza ravvicinata dalla Terra tra l'11 e il 12 dicembre. Il suo transito non sarà visibile ad occhio nudo.

di Simona Vitale 9 dicembre 2012 13:07

Fine del mondo sì, fine del mondo no. Il mondo ormai attende l’imminente 21 dicembre 2012 giorno nel quale è prevista la realizzazione della profezia Maya con la fine di tutte le cose. Eppure, forse, tale giorno potrebbe arrivare anche prima di quanto pensiamo. È in arrivo, infatti, l’asteroide Toutatis, che tra l’11 e il 12 dicembre passerà a distanza ravvicinata dalla Terra. Tra l’asteroide e il nostro Pianeta intercorreranno “solo” 6,9 milioni di chilometri.

La distanza minima di Toutatis dalla Terra sarà raggiunta alle 7,40 del 12 dicembre. Ad occhi nudo sarà praticamente impossibile assistere al passaggio dell’asteroide, ma Gianluca Masi, astrofisico e curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope, ha assicurato che anche con dei piccoli telescopi dal diametro di dieci centimetri sarà possibile osservare l’asteroide che si muove tra le stelle, puntando verso sud, tra le costellazioni dei Pesci e della Balena. Secondo quanto aggiunto da Masi, i giorni migliori per l’osservazione saranno l’11 dicembre e i successivi. L’astrofisico dice: “Nelle prime fasi di allontanamento, infatti, l’oggetto apparirà ancora più luminoso a causa della posizione relativa fra asteroide, Sole e Terra”.

Toutatis è stato scoperto nel 1989, come sottolineato dall’Unione astrofili Italiani, e sembrava rappresentare una minaccia per la Terra sebbene i calcoli hanno poi mostrato che sta allargando la sua orbita, trascinato dalla forza gravitazionale della Terra e di Giove.

La sonda cinese Chang’e 2 approfitterà del passaggio. La sonda, come riferito dalla Planetary Society, dovrebbe avvicinarsi all’asteroide intorno al 13 dicembre, per osservarlo da vicino. Il Virtual Telescope mostrerà l’asteroide in diretta, il giorno 13 dicembre alle ore 21 italiane, con una sessione gratuita di osservazioni.

Sebbene gli studiosi continuino a tranquillizzare le persone sul fatto che nessuna fine del mondo avrà luogo, c’è comunque chi continua ad aver paura e intravede nel passaggio dell’asteroide un chiaro segnale della fine che potrebbe anche aver luogo in maniera anticipata rispetto alla profezia dei Maya.

Oltre 1500 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti