Fields of Tomorrow, padiglione israeliano all’Expo 2015 di Milano

Si avvicina l'Expo2015 ed è arrivato il momento di conoscere uno degli padiglioni presenti durante l'evento.

di Michele Laganà 21 febbraio 2014 10:49

Si avvicina l’appuntamento con l’Expo 2015 che avrà luogo a Milano  tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015. Il tema proposto per questa edizione è  Nutrire il pianeta, energia per la vita, e vuole essere uno sguardo panoramico sul problema della nutrizione per l’uomo, sul necessario rispetto dovuto alla Terra con conseguente attenzione sulle sue risorse vitali ma esauribili.

Con un progetto architettonico di David Knafo, ispirato al caratteristico aspetto della produzione agricola israeliana, si vuole creare un forte impatto visivo sancendo la partecipazione di Israele all’Expo 2015 di Milano.

Mostrare il vero carattere di Israele e non quello che di norma appare sui giornali”, così ha commentato Elazar Cohen, Incaricato del Ministero degli Esteri israeliano per sovrintendere i lavori di Expo 2015, sintetizzando l’obiettivo del Padiglione dello Stato di Israele.

L’edificio sarà rivestito da un giardino verticale coltivato. La metà della struttura sarà completamente verde a testimonianza dei temi di fondo dell’Esposizione, che saranno: agricoltura, sostenibilità, alimentazione.

L’intento è quello di mostrare e condividere le competenze israeliane per cercare di risolvere i più gravi problemi ambientali ed alimentari che affliggono l’intero globo.

Israele si è quindi guadagnata un posto d’onore ed avrà a disposizione circa 2400 metri quadrati con i quali focalizzerà l’attenzione sulle tecniche di assoluta avanguardia con cui il paese continua a mietere successi nella lotta alla desertificazione. Israele, con le sue invenzioni come “l’irrigazione goccia a goccia” ha dato un proprio contributo a livello mondiale. Alcune innovazioni di società israeliane hanno permesso di elevare del 50% la produttività del terreno.

Il nome scelto per il Padiglione è Fields of Tomorrow (Campi di domani), con il quale Israele si prefigge di avvolgere il visitatore in un’esperienza senza precedenti. Un percorso in una sala buia illuminata da “statue di luce” rappresenteranno ognuna un elemento dell’agricoltura e del suo processo.

È già on-line un video di presentazione del Padiglione Israeliano in cui la testimonial Moran Atias presenta il progetto del padiglione:

Fields of Tomorrow, padiglione israeliano all’Expo 2015 di Milano

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti