Ferragosto, musei e agriturismi per gli italiani

Città d’arte e agriturismi: quest’anno gli italiani scelgono i musei o la buona cucina in occasione del Ferragosto 2017.

di fabiana 14 agosto 2017 16:00
musei ferragosto

Sono molti gli italiani e in generale i turisti che scelgono di concedersi per Ferragosto una giornata all’insegna della buona cucina e del relax all’aria aperta: secondo le stime della Coldiretti saranno circa 400mila, gli italiani che trascorreranno la giornata del 15 agosto in un agriturismo, oltre il 10% in più dell’anno precedente.

Ad attirare i vacanzieri negli agriturismi è soprattutto la buona cucina, ma non solo. Molti sono attirati anche da programmi ricreativi molto interessanti come ad esempio l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking senza dimenticare le attività culturali o la visita di percorsi archeologici o naturalistici. Proprio la Coldiretti conferma che il pranzo di Ferragosto è sempre una giornata all’insegna della riscoperta dei piatti tradizionali italiani: si va quindi dalla classica caponata di melanzane siciliana, alle frittole di maiale calabresi, dalla pastasciutta al sugo di papera umbra fino agli zitoni di Ferragosto della Costiera Amalfitana al coniglio all’ischitana dell’Isola del golfo di Napoli.

Si prevedono circa 7 milioni di presenze previste negli agriturismi italiani nell’estate 2017 con un aumento stimato pari al 8 per cento rispetto allo scorso anno soprattutto per effetto degli stranieri che ormai sono di più rispetto agli italiani e che scelgono fra le 22mila aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo in tutta Italia.

Particolarmente quotata è anche l’offerta culturale proposta per questo Ferragosto 2017: il weekend del 14 e del 15 agosto è all’insegna della cultura e dell’arte con la doppia apertura straordinaria per musei, aree archeologiche e luoghi della cultura statali con oltre 350 siti aperti occasioni per i turisti stranieri e nostrani.

A Roma restano aperti tutti i musei e monumenti della Capitale, ma ci sono molte mostre da visitare (su Giorgione o Botero), a Milano restano aperti la Pinacoteca di Brera, ma anche il Cenacolo Vinciano. A Venezia, spazio all’Arsenale e ai Giardini, le Gallerie dell’Accademia, il Museo d’Arte Orientale, l’Archeologico. Apertura straordinaria degli Uffizi e alle Gallerie dell’Accademia, alla Palatina e ai più importanti siti del Polo Museale a Firenze mentre a Perugia sarà aperta la Galleria Nazionale dell’Umbria con le opere di Duccio di Boninsegna, Beato Angelico, Piero della Francesca o Perugino. A Napoli, apertura straordinaria della Pinacoteca di Capodimonte.

photo credits | Instagram

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti