Fa retromarcia e investe la figlia di 1 anno e mezzo

E' accaduto ieri nella campagna pistoiese. Il padre, responsabile della manovra, è ora ricoverato con la moglie in stato di shock.

di Elisa di Battista 10 settembre 2012 10:54
Bimba di 18 mesi muore investita dall'auto del padre

Un dramma che si è consumato in pochissimi istanti e ha distrutto l’equilibrio di una giovane famiglia. E’ accaduto a Pistoia, ieri, e più precisamente al Bottegone, nelle campagne pistoiesi, quando intorno all’ora di pranzo un uomo di 33 anni, facendo una retromarcia con l’auto, ha investito la figlia di 18 mesi che l’aveva seguito senza che lui se ne accorgesse, convinto che fosse rimasta invece con la mamma, una donna di 30 anni. La piccola è stata immediatamente portata dai genitori al pronto soccorso, ma non ce l’ha fatta ed è deceduta ancora prima di raggiungere la struttura, tra le braccia della madre.

La tragedia si è svolta in pochissimi minuti. L’uomo è salito in auto, un0Audi A5, parcheggiata vicino casa, per andare fuori a pranzo con la famiglia, e non si è accorto che la bimba lo aveva seguito. Mentre stava facendo manovra ha avvertito un colpo e si è immediatamente fermato, è sceso dall’auto e ha visto la piccola in un lago di sangue. Quindi insieme alla moglie hanno tentato di raggiungere l’ospedale più vicino, ma purtroppo per la piccola non c’è stato nulla da fare, le sue condizioni erano troppo gravi.

I giovani genitori sono stati immediatamente ricoverati in ospedale in stato di shock per il trauma subito. La coppia – originaria del salernitano – si era trasferita nella città di Pistoia da poco tempo, lui dipendente di un’azienda della zona e lei casalinga. Immediatamente dopo l’incidente i carabinieri sono stati sul luogo dell’accaduto per fare gli accertamenti di routine e dalle indagini non sono emersi elementi che abbiano ritenuto di dover procedere con l’autopsia e la salma della piccola è stata restituita alla famiglia.
I funerali potrebbero svolgersi già domani.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti