Ex cadette USA denunciano accademie militari: “Ci hanno stuprato”

Sembra che gli abusi sessuali all'interno delle accademie siano all'ordine del giorno ma venga consigliato alle giovani allieve di tacere.

di Simona Vitale 21 aprile 2012 11:49

Due prestigiose accademie militari della Marina e dell’Esercito statunitense, Annapolis e West Point, sono al centro di uno scandalo. Due ex cadette hanno infatti denunciato di essere state stuprate, ma che le loro denunce sono cadute nel vuoto. Sembra che gli abusi sessuali siano più frequenti di quanto si pensi, ma che alle ragazze venga consigliato di tacere per evitare di essere cacciate. Le due protagoniste della vicenda, Leah Marquet, 20 anni e Anne Kendzior, di 22,  hanno depositato una citazione presso la corte federale di Manhattan nella quale si legge che l’accademia navale di Annapolis in Maryland e quella dell’esercito a West Point nello Stato di New York “hanno una storia di mancati procedimenti e punizioni degli studenti colpevoli di aver violentato compagni di corso”.

Marquet, ex allieva di West Point, ha denunciato di essere stata violentata da alcuni cadetti anziani dopo essere stata costretta ad ubriacarsi. Mentre Kendzior, entrata in accademia navale nel 2008, ha riferito di essere stata violentata da differenti compagni di corso due volte, anch’ella dopo essere stata costretta ad ubriacarsi. Sembra che i vertici di Annapolis abbiano costretto la giovane donna a ritirarsi dopo che questa ha deciso di denunciare i suoi aggressori. Nella loro causa le due ragazze accusano l’ex ministro della Difesa Robert Gates e altri quattro alti ufficiali di non aver adottato misure volte a prevenire gli abusi sessuali nelle accademie. Nessun commento da parte di Annapolis e West Point, nè dal Pentagono, che nel frattempo è stato citato in giudizio da altre 8 donne che asseriscono di essere state violentate.

6 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti