Ennesima provocazione di Battisti: l’ex terrorista sfilerà al Carnevale di Rio

Ennesima provocazione di Cesare Battisti. Sembra infatti che l'ex terrorista italiano sflierà in un "gruppo di strada" del prossimo Carnevale di Rio De Janeiro, invitato all'evento dal direttore di "Cordao do Bola Preta", uno dei giornali più tradizionali della città di Brasilia.

di Simona Vitale 8 febbraio 2012 15:09

Ennesima provocazione dell’ex terrorista pluriomicida Cesare Battisti che davvero sembra non saper rimanere lontano dall’attenzione della stampa nazionale e di quella estera. Battisti fu condannato in contumacia all’ergastolo, con sentenze passate in giudicato, per aver commesso 4 omicidi (tre come concorrente nell’esecuzione, uno co-ideato ed eseguito da altri) durante i così definiti “anni di piombo”.Nel 2006 Battisti ha proclamato la sua innocenza per i quattro omicidi, cambiando così la precedente linea difensiva che prevedeva invece l’astensione dal commentare pubblicamente la vicenda giudiziaria circa le sue responsabilità negli omicidi commessi dai PAC.

Arrestato in Brasile nel 2007, dopo una lunga latitanza, è stato detenuto a Brasilia fino al 9 giugno 2011. Dopo che la Corte Costituzionale brasiliana con sentenze negò l’estradizione del terrorista in Italia, Battisti fu scarcerato ed è attualmente in libertà. Ebbene l’ultima beffa di Battisti arriva dalla notizia secondo la quale l’ex terrorista italiano sflierà in un “gruppo di strada” del prossimo Carnevale di Rio De Janeiro. La notizia è stata resa pubblica dalla stampa brasiliana secondo la quale Battisti avrebbe incontrato alcuni parlamentari a Brasilia, dove si era recato per assistere ad una riunione della Commissione dei diritti umani della Camera. In quest’occasione Battisti avrebbe manifestato il suo desiderio di partecipare al Carnevale.

Come ha dichiarato egli stesso, Battisti sarebbe stato invitato all’evento dal direttore di “Cordao do Bola Preta”, uno dei giornali più tradizionali della città, accettando e confermando l’invito. “Certo che vado, il Bola Preta è capace di trascinare per strada due milioni di persone” avrebbe poi riferito conversando con alcuni deputati. Nel frattempo, l’ex esponente dei Proletari armati per il comunismo (PAC) ha fatto anche sapere che presto comincerà a lavorare in una libreria di Rio De Janeiro, in attesa del lancio del suo ultimo libro, “Ai piedi del muro”, la cui uscita è prevista a Brasilia per il prossimo mese di aprile.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti