È nato “Climate-Adapt”, il sito web che aiuta a gestire le problematiche dei cambiamenti climatici

La "European Climate Adaptation Platform", un'idea dell'Agenzia Europea dell'Ambiente per tutelare i cittadini dai cambiamenti climatici che ci attendono nei prossimi anni.

di Elena Arrisico 27 marzo 2012 11:01

Scioglimento dei ghiacciai, piogge, alluvioni, ma anche aumento della temperatura, siccità ed innalzamento del livello del mare sono solo alcuni dei problemi che l’Unione Europea ed il mondo intero saranno costretti ad affrontare in maniera sempre più esponenziale.
Il suo nome è Climate-Adapt ed è un nuovo sito web, lanciato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente, nato con l’intento di aiutare il vecchio continente a gestire tutto ciò che riguarda l’emergenza climatica, suggerendo soluzioni per prevenire o minimizzare i danni legati a questa problematica. Basti pensare ad un problema enorme come quello del rischio idrogeologico; problema impossibile da annullare del tutto, ma che può essere tenuto sotto controllo attraverso un’accurata pianificazione urbanistica, rispettando così il territorio e cercando di migliorare il più possibile grazie a sistemi di previsione e di allerta. Solo in Italia, servirebbero circa 41 miliardi di euro per raggiungere un livello di sicurezza accettabile. Cifra che dovrebbe fare riflettere se paragonata alle spese che il nostro paese – così come anche gli altri paesi – deve affrontare ogni qualvolta avviene un disastro.

Una recente ricerca Ue ha evidenziato come i cambiamenti climatici siano un enorme problema da affrontare; ipotizzando, infatti, che la situazione prevista per il 2080 si presentasse ora, i danni stimabili sarebbero intorno ai 65 miliardi di euro. Il forte caldo nell’estate del 2003 causò invece, solo all’Unione Europea, danni pari a 10 miliardi di euro circa e 6,4 miliardi di euro all’anno per quanto riguarda le inondazioni.
Il commissario Ue al Clima, Connie Hedegaard, ha dichiarato che questa nuova piattaforma web potrà essere in grado di suggerire ai politici le migliori soluzioni per i cittadini, condividendo così con tutti le strategie da attuare. Un primo passo importante per la risoluzione del problema, rivolto soprattutto a responsabili politici, ad ingegneri e a tutti gli esperti del settore.

Anche Jacqueline McGlade, direttrice esecutiva dell’EEA, ha ammesso che il cambiamento climatico è ormai una realtà e che questo sito web sarà anche una fonte di informazione sull’adattamento per i cittadini stessi.
25 paesi hanno già aderito volontariamente, fornendo informazioni sui loro piani nazionali e le loro strategie.
Climate-Adapt è collegato con i sistemi informativi dell’Agenzia, ma anche con il Sistema di Informazione sulla Biodiversità per l’Europa e con il Sistema di Informazione sulle Acque e l’Uso Data Center del Suolo.
Il nuovo sito web si trova all’indirizzo http://climate-adapt.eea.europa.eu/

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti