È morto Giulio Andreotti

Aveva 94 anni. Esponente di primo piano della Democrazia Cristiana, è stato per ben 7 volte Presidente del Consiglio dei ministri.

di Simona Vitale 6 maggio 2013 13:46

È morto a Roma Giulio Andreotti. Aveva 94 anni. Il sette volte presidente del Consiglio dei ministri,  e diciannove volte ministro, era nato a Roma il 14 gennaio 1919 da genitori laziali. Andreotti, malato da diverso tempo, è stato un esponente di spicco della Democrazia Cristiana e ha rappresentato uno dei volti principali della politica italiana della seconda metà del XX secolo. Senatore a vita, non è però riuscito a salire al Quirinale diventando dunque Presidente della Repubblica.

Condannato per aver avuto una concreta collaborazione con la Mafia, Andreotti è stato però assolto dalla Corte di Appello di Palermo per i fatti successivi al 1980, dichiarando il non luogo a procedere per i fatti anteriori  quella data a causa della sopravvenuta prescrizione. Al longevo politico sono state dedicate canzoni, film, biografie e citazioni. Con la sua morte se ne va un grosso pezzo della storia della Repubblica italiana.

Oltre 700 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti