Donna cerebralmente morta dà alla luce due gemelli

La 26enne Christine Bolden ha perso la vita a causa di due aneurismi cerebrali.

di Simona Vitale 23 aprile 2012 17:05

Si potrebbe davvero gridare al miracolo per la storia che vi andiamo a raccontare e che accompagna alla tragedia della morte di una giovane madre, il miracolo della vita dei suoi due figli. Christine Bolden, una donna di 26 anni del Michigan (USA) che è stata dichiarata cerebralmente morta a causa di due aneurismi cerebrali, ha miracolosamente dato alla luce due gemelli. I piccoli Alexander e Nicholas, sono nati alla 25esima settimana di gestazione, in netto anticipo dunque e quindi gravemente prematuri. Nicholas pesa all’incirca 700 grammi e Alexander, ancora più piccolo, secondo quanto riportato da mlive.com . Entrambi hanno una lunghezza di 15, 24 centimetri.

Lo scorso 6 marzo Christine stava camminando fuori da un edificio in Grand Rapids con il suo fidanzato e il suo bambino di 3 anni, quando ha sentito un dolore fortissimo alla testa ed è crollata a terra. Danielle Bolden, zia di Christine, ha dichiarato che è stato davvero orribile vederla in quel letto in condizioni disperate. Ma sebbene le condizioni della giovane fossero gravissime, la famiglia sperava che i neonati potessero sopravvivere. “Le toccavamo la pancia e parlvamo con i gemelli” ha rivelato la famiglia di Christine. Alla fine, la pressione sanguigna di Christine è diventato troppo alta e si è reso necessario far nascere, seppure prematuramente, i bambini.

Danielle ha riferito ai giornali che la nonna di Cristina, aveva anche detto ai medici di non anestetizzare sua nipote durante l’intervento chirurgico, nella speranza che potesse sentire il dolore e svegliarsi. “Dio, avrebbe potuto prendere lei e i gemelli”, ha dichiarato la zia Danielle. “Ma ha lasciato qui con noi i bambini. Questo è un vero miracolo.” “Non vedo l’ora di essere in grado di toccarli e di dire loro che la mamma li ha salvati con tanto amore. Sono così preziosi”  ha dichiarato Terrell Vance, fratello di Christine a mlive.com.

Ci sono stati altri casi di donne in coma che sono state però in grado di partorire. Nel 2001, una donna, Chastity Cooper, è stata in grado di portare a termine la sua gravidanza dopo essere piombata in coma a causa di un incidente d’auto. Era incinta di sole due settimane. Nel 2010, la piccola Idil è nata invece da una donna somala che era in coma a causa di un tumore al cervello. La famiglia di Christine ha istituito un conto per tutti coloro che vogliono aiutare in qualche modo i piccoli gemelli.

74 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: donna · gemelli · morta · usa
Commenti