Violenza sessuale e concussione, arrestato cappellano di San Vittore

Sono sei i detenuti stranieri che accusano Don Alberto Barin di aver concesso favori in cambio di prestazioni sessuali.

di Simona Vitale 20 novembre 2012 18:01

Don Alberto Barin, 51 anni, cappellano del carcere di San Vittore, è stato arrestato per violenza sessuale continuata e pluriaggravata e per concussione. Sei detenuti lo accusano di aver concesso favori riguardanti sia il cibo che un certo interesse alle loro condizioni carcerarie, in cambio di prestazioni sessuali da parte di detenuti stranieri. Come spiegato dal procuratore della Repubblica di Milano Edmondo Bruti Liberati in un comunicato:

Nel pomeriggio odierno, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il tribunale di Milano, ufficiali di polizia giudiziaria della IV sezione della Squadra Mobile e della Polizia Penitenziaria di Milano, hanno tratto in arresto don Alberto Barin, cappellano della Casa Circondariale di Milano, indagato per violenza sessuale in danno di sei detenuti e per concussione.

Il religioso opera a San Vittore dal 1997. Don Barin è stato arrestato dopo le indagini svolte dalla Squadra Mobile con la collaborazione della polizia penitenziaria e coordinate dalla procura di Milano. 

6 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti