Leonardo.it
IsayBlog

Di Pietro colpito da ictus, ma è solo una bufala

L'ex magistrato ha prontamente smentito il suo malore asserendo di stare benissimo.

di Simona Vitale 12 luglio 2012 10:00
Antonio Di Pietro

La notizia secondo cui Antonio Di Pietro, leader dell‘Italia dei Valori, era stato colpito da un attacco ischemico, nel corso delle sue vacanze in Sardegna, era stata riportata da l’Unione Sarda e rapidamente aveva fatto il giro della rete. “Antonio Di Pietro, attualmente in vacanza in Sardegna, è stato colpito da attacco ischemico durante una gita in gommone sull’isola di Tavolara”. Queste le parole che campeggiavano sul giornale. In realtà Di Pietro sta benissimo e come ha riferito ai microfoni di Sky tg24: ”Sono il fantasma di Antonio di Pietro… ma benedetto Iddio, sto toccando ferro, io sto bene alla faccia di tutti quelli che mi vogliono male”, commentando così la notizia del suo presunto malore.

Il Leader dell’Idv ha poi aggiunto:

Ieri sono stato in aula ho votato come tutti gli altri, sono intervenuto nei telegiornali. Grazie a Dio, speriamo che la buona sorte mi accompagni sempre. Non so come si e’ creata questa cosa. Ma tanto, tante volte si sono diffuse notizie su persone che si sono trovate sposate o separate. E va bene così. Una cosa è un colpo di sole e un’altra un’ischemia cerebrale. Ieri sono stato in aula, continuo a lavorare regolarmente e speriamo che la buona sorte mi accompagni ancora. Non so come sia uscita fuori una notizia del genere… Una parola tira l’altra. È brutto quando stai male davvero. Invece quando stai bene, si dice che che porta bene.

La notizia prevedibilmente è rimbalzata sui principali social network, in primis Twitter. Ma, fortunatamente, si è rivelata una bufala. Di Pietro ha poi trovato il tempo anche di commentare la presunta ricandidatura a Premier di Silvio Berlusconi:

 Il problema non è tanto lui. Io mi auguro che i cittadini non lo votino più e che capiscano una volta per tutte che lui, una volta lì, si fa solo gli affari suoi.

11 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti