Confesercenti, maxi stangata per le famiglie con aumento dell’Iva

L’allarme lanciato dalla Confesercenti e dal Codacons: con l’aumento dell’Iva drastico calo dei consumi.

di fabiana 11 marzo 2017 15:00
aumento iva

Dopo l’allarme lanciato oggi dalla Confesercenti, arriva anche il rincaro del Codacons: un ulteriore aumento delle aliquote IVA si trasformerebbe in una maxi stangata anche per le famiglie italiane stimata intorno ai 791 euro annui a famiglia.

L’associazione dei commercianti ha proposto una simulazione condotta da Ref ricerche mostrando chiaramente che se il governo decidesse di innalzare le aliquote si perderebbero 8,2 miliardi di consumi.

Si tratta di circa 305 euro di spesa in meno a famiglia. D’altra parte il risultato potrebbe essere quello di un’ulteriore riduzione dei consumi e della spesa come già d’altra parte accade.

Nel nostro paese l’Iva ha già subito di recente due incrementi, con effetti disastrosi per le tasche delle famiglie e per i consumi con il rialzo dal 20 al 21% nel settembre 2011 con un aggravio medio di spesa pari a +290 euro annui a famiglia; dal 21 al 22% nel 2013 con maggiore spesa pari a +209 euro a famiglia su base annua, per una stangata media da +499 euro annui a famiglia solo di costi diretti. Il gettito per le casse dello Stato è risultato tuttavia inferiore alle aspettative, perché i consumatori hanno reagito al rincaro dei prezzi riducendo la spesa. 

Ha dichiarato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi via Ansa.

Il Governo starebbe valutando un possibile rialzo delle aliquote Iva come ipotesi per un possibile finanziamento dell’abbattimento dell’Irpef, ma i consumi non ne gioverebbero certamente e gli italiani si troverebbero ancora una volta a ridurre la spesa visto che si tratta di aumenti che riguardano generi di largo consumo (dai generi di prima necessità ai farmaci per uso umano e veterinario fino a servizi di ristorazione) che andrebbero a colpire le fasce più deboli della popolazione.

photo credits | thinkstock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti