Leonardo.it
IsayBlog

Frammenti di Mammuth ritrovati in Siberia: possibilità di clonazione

Grazie alla scoperta di tessuto adiposo e midollo osseo, si fa più concreta la possibilità di riprodurre una specie animale totalmente estinta da secoli.

di Simona Vitale 12 settembre 2012 16:28
Mammut

Alcuni scienziati che lavorano in Siberia sperano che i campioni che hanno scoperto di un mammut lanoso possano contenere delle cellule viventi tali da permettere di clonare le specie estinte. La notizia della possibilità di far dunque nuovamente vivere un mammut lanoso, come in una sorta di Jurassic Park, è nata dopo che un team internazionale di ricercatori ha condotto una spedizione nelle terre desolate della Siberia questa estate, quando il permafrost è facilmente accessibile.

In un territorio unico alla profondità di circa 100 metri abbiamo scoperto un po’ di materiale importante per le nostre ricerche – morbido e tessuto adiposo, pellicce e midollo osseo di un mammut”, ha dichiarato Semyon Grigoryev, capo della spedizione di Yana,  in una riunione universitaria nella capitale della regione, Yakutsk. Il ricercatore ha, però, aggiunto che occorreranno alcuni mesi per capire se tali cellule possano essere considerate viventi o meno.

Il controverso scienziato sudcoreano Hwang Woo-Suk ha già manifestato un interesse per la scoperta, ha riferito in un comunicato stampa l’Università Federale della Russia Nord-Orientale. Un altro gruppo di scienziati nello Yakutsk ha firmato un accordo con Hwang a marzo per clonare un mammut lanoso bambino che è stato scoperto nel permafrost, sulla costa del mare di Laptev lo scorso anno. Si pensa che essi siano estinti da circa 10.000 anni, sebbene alcuni scienziati ritengono che piccole mandrie siano state in grado di sopravvivere molto più a lungo in alcune parti della Siberia e oggi Alaska.

Hwang, il leader del Sooam Biotech Research Foundation, è stato salutato come un eroe nazionale in Corea del Sud e insignito del titolo di “scienziato supremo” fino a quando una parte della sua ricerca sugli embrioni umani è stato dichiarata fasulla nel 2006. Ha ricevuto una pena detentiva sospesa nel 2009 per appropriazione indebita e per aver accettato milioni di dollari in sovvenzioni in relazione a  falsi pretesti. Hwang ha creato il primo clone di cane del mondo, un cucciolo di levriero afgano, nel 2005. Nel mese di ottobre dello scorso anno, ha affermato di aver clonato un coyote per la prima volta.

Tuttavia, gli esperti dell’Istituto di Paleontologia dell’Accademia Russa delle Scienze hanno detto che la scoperta di cellule vive di mammut è improbabile.

 “La struttura delle cellule con nucleo può essere conservata in condizioni speciali nel congelatore”, ha dichiarato Alexander Agadzhanyan, capo di laboratorio dell’Istituto,aggiungendo che le cellule hanno bisogno di un cambio stabile con l’ambiente per rimanere in vita.  Egli ha anche detto che gli scienziati non sono ancora riusciti ad estrarre completamente il DNA intatto di un mammut.

14 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti