Cile, abbigliamento casual per il risparmio energetico

Il governo cileno sta cercando di sensibilizzare la popolazione sul problema del risparmio energetico, che risulta molto problematico in un paese estremamente caldo, in cui i condizionatori rischiano di essere accesi per la gran parte dell'anno.

di Vincenzo Avagnale 15 dicembre 2011 17:30

La notizia ha lasciato perplessi parecchi cileni e non solo. Di misure per far fronte ad un consumo energetico sempre più esagerato ne vengono proposte a bizzeffe, ma che per risparmiare sull’aria condizionata si inviti a vestirsi casual è proprio il colmo!

Vestiamoci tutti più leggeri, evitiamo giacche e cravatte anche in ambienti dove di solito le si ritiene indispensabili e spenderemo molto meno in energia”. Questo in sostanza il messaggio lanciato dal ministro dell’Economia, Pablo Longueira, il quale l’ha annunciato in spot televisivi diffusi da ieri in tutto il paese.

Nello spot appaiono anche altri funzionari governativi, fra cui il ministro dell’energia, in abiti più casual, meno coprenti e quindi più freschi che sorridono togliendosi una pesante giacca e slacciando il nodo della cravatta. Al momento a Santiago del Cile, la capitale, l’aria di primo mattino e di sera è ancora abbastanza fresca, ma a mezzo giorno gli impianti di condizionamento vengono già accesi! Non stupisce quindi che si cerchi una soluzione al problema in vista di marzo, quando le temperature diventeranno davvero difficili da sopportare.

Nonostante l’idea sia sensata alla gente non piace l’idea che funzionari governativi, ministri e professionisti smettano di vestire nel solito modo e lo ritengono, più che una caduta di stile, una vera e propria perdita di decoro. “Ci sono cose che davvero non possono essere accantonate. L’idea di vedere il presidente andare in giro senza cravatta mi fa rabbrividire e lo stesso vale per i ministri” ha detto un passante che comprava il giornale in un’edicola vicino al parlamento.

Idea bocciata? Non è ancora detto. Quel che è certo è che per il momento il ministro dell’economia e dell’energia cileni portano ancora ben salda una cravatta oggi, sebbene (hanno fatto notare i più ironici fra i cronisti del paese sud americano) il nodo era notevolmente allentato rispetto al solito.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti