Caso Melania: approvato il rito abbreviato per l’imputato Parolisi

Nuova udienza, nuova perizia medico-legale, pena ridotta ad un terzo. Buone novità per l'imputato Parolisi

di Giulia Panara 12 marzo 2012 18:46

Si è tenuta questa mattina presso il Tribunale di Teramo l’udienza preliminare del processo Rea, che vede il caporalmaggiore dell’esercito Salvatore Parolisi accusato dell’omicidio della moglie Melania, risalente allo scorso 18 aprile. Il Gup Marina Tommolini ha approvato la richiesta di rito abbreviato della difesa dell’imputato. Si tratta di un procedimento speciale, previsto dal codice penale, secondo il quale l’imputato può richiedere di essere giudicato sulla base delle prove acquisite fino a quel momento ed, allo stesso tempo, di quelle aggiunte su richiesta dalla sua stessa difesa. Inoltre una volta emessa la sentenza, in caso di rito abbreviato, la pena dell’imputato è ridotta ad un terzo di quella decisa dal giudice.

Nel caso di Parolisi la richiesta avanzata dalla difesa è quella di una nuova perizia medico-legale sull’ora del decesso della vittima e l’ascolto di tre nuove testimonianze. Queste le condizioni accettate dal Gup Tommolini, che ha fissato la nuova udienza per il 30 aprile. La perizia è stata invece affidata al medico legale Gianluca Bruno e alla genetista Sara Gino.

All’udienza preliminare tenutasi questa mattina Parolisi ha avuto accesso da un’entrata secondaria del Tribunale di Teramo, onde evitare la notevole folla accorsa per l’occasione. In aula poi, seduto in prima fila, ha dato le spalle, durante tutta l’udienza, alla famiglia della vittima Rea. Quest’ultima ha infatti rilasciato dichiarazioni al termine della giornata. Si dicono comprensivi della richiesta della loro controparte, ma assolutamente lontani dal condividerla. Sono convinti infatti della falsità di Parolisi nel dichiararsi innocente.“A noi non cambia più di tanto. Se il giudice vuole approfondire, accettiamo la sua decisione. E’ Salvatore l’unico assassino di mia sorella” – ha detto Michele Rea uscendo dall’aula – “Lo ritengo l’unico assassino dopo aver letto tutte le carte processuali e per quello che ha fatto dopo il delitto. Non ho alcun dubbio. Il suo comportamento odierno lo conferma”

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti