Bus esploso in Bulgaria, opera di un attentatore suicida

Il bilancio provvisorio è di 8 morti ed almeno 31 feriti, di cui 3 in gravi condizioni.

di Elena Arrisico 19 luglio 2012 10:56

Un attentato contro un gruppo di israeliani è stato compiuto ieri, alle 17:30 del pomeriggio – ore locali – a Burgas, città turistica sul Mar Nero in Bulgaria. L’attentato è avvenuto subito dopo l’atterraggio di un aereo, che arrivava da Tel Aviv: la forte esplosione ha, infatti, investito 3 autobus, dove si trovavano turisti israeliani appena usciti dall’aeroporto di Sarafovo.

Secondo quanto reso noto, l’esplosione è avvenuta sul primo autobus e gli altri due sono andati a fuoco in seguito. A bordo, viaggiavano 44 persone: “Non è possibile un bilancio ufficiale, perché l’identificazione dei morti non è conclusa e potrebbe richiedere parecchie ore, se non una giornata. Non si esclude che altri feriti possano trovarsi in altri ospedali e la Magen David Adom sta verificando questa eventualità“, ha riferito il portavoce del ministro degli Esteri israeliano.

Attualmente, il bilancio provvisorio pare essere di 8 morti e di almeno 31 feriti, di cui 3 in gravi condizioni. 28 persone sono ricoverate presso gli ospedali di Burgas – compresi un ragazzino di 11 anni e due donne incinte – e 3 in gravi condizioni a Sofia. Da Israele, nella notte tra mercoledì e giovedì, sono giunti diplomatici e squadre di medici specializzati nella cura delle vittime di attentati.

Ad aver causato l’attentato a Burgas, pare sia stato l’Iran: “Tutti gli indizi portano all’Iran, nei mesi scorsi altri attacchi simili sono stati compiuti in Israele, Tailandia, India, Georgia, Kenya e Cipro“, ha dichiarato il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu. Alcuni testimoni, intervistati in seguito, hanno dichiarato di aver visto un attentatore suicida salire sull’autobus.

Vi sono stati dei colpi d’arma da fuoco ed un ordigno è stato lanciato contro il veicolo“, ha dichiarato, invece, il portavoce dell’ufficio del primo ministro, Ofir Gendelman. Mentre, il ministro dell’Interno bulgaro, Tsvetan Tsvetanov, ha fatto sapere che “con tutta probabilità” è stata opera di un kamikaze. Dalla Casa Bianca, arriva la notizia che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha assicurato che “darà tutto l’aiuto necessario” per individuare i responsabili, chiunque essi siano.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti