Bersani operato per emorragia cerebrale: intervento riuscito

L'ex segretario del Pd era stato colpito nella mattinata di ieri da un grave malore. La prognosi rimane riservata. Solidarietà da tutto il mondo politico.

di Luca Fiorucci 6 gennaio 2014 4:16
Pierluigi Bersani

L’ex segretario del Pd Pierluigi Bersani è stato colpito nella mattinata di ieri da un grave malore ed è arrivato verso le 11 al Pronto Soccorso di Piacenza, accompagnato dalla moglie e dal fratello, dove è stato sottoposto ad una Tac che ha evidenziato una vasta emorragia cerebrale. Bersani è stato poi subito trasferito in ambulanza all’ospedale Maggiore di Parma, dove, dopo nuovi esami angiografici, i medici hanno deciso di operarlo per limitare l’emorragia. L’intervento, iniziato poco dopo le 18 e terminato attorno alle 22, sarebbe “tecnicamente riuscito”, ma i medici mantengono ancora la cautela sulle sue condizioni di salute: “Non presumiamo danni, adesso è in rianimazione, dove viene monitorato, ed è troppo presto per esprimere un parere assoluto, saranno decisive le prossime 48-72 ore” ha spiegato Ermanno Giombelli, il chirurgo che l’ha operato.

La prognosi rimane quindi riservata, e oggi alle 11 verrà diffuso un nuovo bollettino medico. L’operazione è in pratica servita a chiudere, con una specie di clip, la malformazione cardiovascolare, un‘aneurisma all’arteria cerebrale, che non poteva essere trattata per via endovascolare. I medici hanno spiegato inoltre: “Le emorragie vengono classificate in 4 gradi. Questo caso è un grado tre. Il danno neurologico invece è un grado 2 su 5 e questo è un dato positivo”. L’ ex segretario democratico, 62 anni, durante le prime analisi era rimasto sempre vigile e cosciente, e non aveva mostrato problemi neurologici. A fianco dell’ex leader del Pd c’è la famiglia, con la moglie, le due figlie e il fratello Mauro, ma anche il fedelissimo Maurizio Migliavacca, il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, molti cittadini di Parma e vari esponenti del Pd locale.

A Bersani è giunta inoltre la solidarietà di tutto il mondo politico. Il premier Enrico Letta e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano seguono la situazione da vicino, mentre il segretario del Pd Matteo Renzi, che voleva andarlo a trovare a Parma, ma data la situazione ha preferito aspettare, ha scritto su twitter: “Un abbraccio fortissimo a Pier Luigi Bersani”. Il presidente del Pd Gianni Cuperlo ha scritto su Facebook: “Le prime notizie che arrivano sono rassicuranti. Alè Bers che c’è un sacco di roba da fare!”. Messaggi di auguri sono giunti anche dai presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso. Il leader di Sel Nichi Vendola ha dichiarato: “Caro Pierluigi ti siamo tutti vicini in questo momento. Un forte abbraccio dai compagni e dalle compagne di Sel”.

All’ex segretario democratico sono giunti messaggi di auguri anche dai suoi avversari: Silvio Berlusconi gli ha inviato un abbraccio affettuoso ad un avversario leale, mentre il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta ha affermato: Bersani è un mio amico personale, sono molto triste e molto preoccupato. Forza Pierluigi, ne hai passate tante. Hai fatto tante battaglie, fai anche questa”. L’ex premier Mario Monti ha telefonato a casa di Bersani per informarsi delle sue condizioni di salute, mentre il leader dell‘Udc Pierferdinando Casini si è detto “vicino con tutto il cuore a Pierluigi, un vero galantuomo della politica e un grande amico”. Vicinanza a Bersani è stata espressa anche dal vicepremier Angelino Alfano e dal presidente francese Francois Hollande.

42 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti