Beppe Grillo: “Mai appoggeremo Pd e Pdl”

E' polemica dopo le elezioni regionali in Molise

di Gianni Monaco 21 ottobre 2011 10:46

Il centrosinistra è infuriato con Beppe Grillo. Il candidato alla presidenza della Regione Molise del Movimento 5 Stelle ha presso oltre il 5% dei voti, mentre quello di Pd, Idv, Sel e Rifondazione, Frattura, per meno di un punto percentuale, è stato sconfitto da Michele Iorio (sostenuto da Pdl, Udc, Adc e altre liste).

Il comico genovese ha risposto per le rime ai dirigenti del centrosinistra, spiegando che l’M5S è cosa ben diversa rispetto ai partiti tradizionali. “Affermare che il Movimento 5 Stelle ha fatto perdere il Pdmenoelle in Molise non è corretto nei confronti della dirigenza pdmenoellina – scrive lo showman sul proprio blog. – Il pdmenoelle a perdere ci riesce benissimo da solo, non ha bisogno di appoggi esterni. Candidare nel centrosinistra Frattura, un ex di Forza Italia, che si è presentato in due elezioni al fianco di Iorio del Pdl, non è merito nostro. È un parto tutto interno al Comitato Centrale pdmenoellino”.

Il blogger ne ha anche per gli ex amici dell’Idv, dopo che Donadi ha detto che Grillo favorisce Berlusconi: “Si scrive Donadi, ma si legge Scilipoti (ma anche Razzi, De Gregorio, Misiti, eccetera, eccetera). È un delirio. Prima delle elezioni per i media il 5 Stelle non esisteva, e – aggiunge il comico genovese – ora i voti sono diventati di proprietà privata del pdmenoelle, non una libera scelta dei cittadini”. Grillo ha aggiunto che il movimento non si alleerà mai con Pd o Pdl, giudicati fin troppo simili.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti