Leonardo.it
IsayBlog

Ragazza picchiata da oltre 20 uomini, nessuno interviene (VIDEO)

La 16enne è stata massacrata con calci, pugni e sigarette bruciate sulla sua pelle. Per il momento sono state arrestate 11 persone.

di Simona Vitale 17 luglio 2012 10:58
Ragazzina picchiata da oltre 20 uomini

Atroce episodio di violenza quello avvenuto a Guwahati, in India, dove una ragazzina di 16 anni, che stava tornando a casa dopo aver trascorso la serata ad una festa, è stata brutalmente picchiata da più di 20 uomini per strada che l’hanno letteralmente massacrata. Gli uomini hanno infierito sul corpo della ragazza con calci, pugni, e persino con delle sigarette spente sulla sua pelle. Il tutto senza che nessuno si facesse avanti per intervenire e salvare la giovane dalle grinfie della gang. Il terribile episodio di violenza è stato ripreso da una tv locale e pubblicato in rete dove, da YouTube, ha prevedibilmente fatto il giro del web causando sdegno e polemiche. Nel corso delle ultime ore cinque persone sono state arrestate, portando il numero totale di arresti finora a 11.

Tuttavia, il principale indiziato, Amar Jyoti Kalita, individuato con una una maglia rossa nel video dell’incidente, è ancora in fuga. Fonti della polizia hanno detto che Amar Jyoti Kalita potrebbe essere fuggito verso lo stato dell’Odisha, e la ricerca si è ivi rivolta. L’ultimo arresto è avvenuto alcune ore dopo che il primo ministro dell‘Assam Tarun Gogoi, ha dato il termine ultimo di 48 ore per catturare tutti i colpevoli. Un giornalista di News Live aveva filmato l’incidente e il canale aveva mandato in onda le immagini che mostravano l’adolescente maltrattata a Guwahati. Il giornalista che ha filmato l’incidente ha già rassegnato le dimissioni dopo essere stato accusato di istigare la folla a molestare la ragazza fuori dal bar.

Nel frattempo, Tarun Gogoi ha ammesso l’errore del governo di aver rilasciato le immagini della vittima, dicendo che è stato un errore. Tuttavia, ha detto che il nome rivelato dal Dipartimento di Pubblica Informazione e Relazioni non era il vero nome della vittima. Dopo che la NCW ha licenziato Alka Lamba, membro del suo staff, per aver rivelato il nome della giovane picchiata, il governo di Assam ha ripetuto un errore simile. Il Dipartimento di Pubblica Informazione e Relazioni ha infatti rilasciato il nome della vittima e le fotografie del suo incontro con il Primo MinistroTarun Gogoi, per quella che è stata una chiara violazione della legge che dice che l’identità della vittima deve essere sempre protetta. Il governo dello stato successivamente ha chiesto ai media di non pubblicare la fotografia o il nome della vittima.

Ecco il video dell’atroce violenza ai danni della ragazzina che sconsigliamo ad un pubblico estremamente sensibile:

Ragazza picchiata da oltre 20 uomini, nessuno interviene (VIDEO)

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti