Ballarò, la copertina di Crozza del 23 aprile (VIDEO)

La rielezione di Giorgio Napolitano come Presidente della Repubblica oggetto principale della satira di stasera del comico genovese.

di Simona Vitale 23 aprile 2013 22:43

Attesissimo come sempre l’intervento satirico di Maurizio Crozza che apre il consueto appuntamento del martedì con Ballarò. In primis il comico genovese dedica le sue parole alla rielezione da parte del Parlamento in seduta comune di Giorgio Napolitano come Presidente della Repubblica. Non mancano, poi, anche riferimenti alle dimissioni di Bersani da segretario del Pd e il conseguente caos in cui è piombato il partito.

Da piccolo, quando mia mamma mi sgridava, avevo una paura… io stavo così: sguardo basso e speravo che finisse presto. Se provavo ad applaudire, mi arrivava una manata che mi gonfiava la faccia e mi girava la testa come nell’esercista. Non è che si finiva a larghe intese con mia madre… sembrava una convention sadomaso: Napolitano che frustava e loro che godevano. Berlusconi ha detto: “è il discorso più ineccepibile e straordinario che abbia sentito”; ma come?! Ce l’aveva con te! Allora quando sente la Bocassini, cosa fa? Limona con Ghedini?

Applaudivano tutti perché ognuno pensava: “non sta dicendo a me, sta dicendo a quello”….Calderoli, applaudire va benissimo, ma almeno, tra le mani mettici la faccia… ad un certo punto c’è stato il colpo di teatro, quando ha detto: “io sono qui da quando avevo 28 anni”, e si è commosso… ma se è lì da quando ha 28 anni, ed oggi ne ha 88: ma allora è 60 anni che è lì; mi è venuto da piangere anche a me. Ma che cazzo di Paese è, non cambia mai niente.

Questo e molto altro nella copertina che vi proponiamo di seguito.

Ballarò, la copertina di Crozza del 23 aprile (VIDEO)

16 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti