Autunno, le sette regole anti-malanni

Sette ore di sonno, la giusta attività fisica e una buona alimentazione per ridurre le possibilità di ammalarsi. Lo studio canadese.

di fabiana 20 ottobre 2017 9:00
autunno

Con qualche settimana di ritardo,  ma sembra che l’autunno stia ufficialmente per arrivare portando con sé un brusco calo delle temperature e la possibilità di ammalarsi con maggiore frequenza.

Raffreddori, tosse, mal di gola e influenza sono dietro l’angolo con i primi freddi, ma con qualche accorgimento è possibile anche poter ridurre le possibilità di contagio.

Le sette regole anti malanno arrivano da Susan Biali Haas, medico canadese in un articolo pubblicato sul magazine Psychology Today da Susan Biali Haas.

Dormire a sufficienza: si deve dormire almeno sette ore a notte per gli adulti, perché la carenza di sonno, soprattutto cronica, causa anche un forte serio abbassamento delle difese immunitarie.

Mangiare sano: non saltate mai la colazione (il pasto già importante della giornata), fare tre pasti completi che includano sempre sempre frutta e verdura, evitare bibite e cibi con troppo zucchero che rallentano invece la funzione immunitaria e non arrivate mai con troppa fame al momento del pasto.

L’attività fisica: via libera a una giusta dose di attività fisica. È sufficiente anche una camminata tutti i giorni perché l’esercizio riattiva la circolazione del sangue e favorisce la funzione immunitaria.

Lavaggio delle mani: indispensabile lavarsi accuratamente le mani subito dopo essere tornati a casa. Mai mangiare, mai toccarsi naso, occhi e bocca con le mani sporche.

Tenere a bada lo stress: lo stress, attraverso gli ormoni che mette in circolo, indebolisce le difese del corpo per cui cercate di limitare lo stress e risparmiate energie.

Tenere alto lo spirito: mens sana in corpore sano. Tenete alto lo spirito, frequentare persone piacevoli perché anche la solita favorisce e aumenta le difese immunitarie.

Non prendete freddo: un corpo ben riscaldato può riuscire a prevenire il contagio di virus.

photo credits | think stock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti