Attentato di Boston, le foto shock dopo le esplosioni

All'indomani della tragedia, angoscia e disperazione per le famiglie delle vittime e non solo. Il mondo intero esprime il suo cordoglio.

di Simona Vitale 16 aprile 2013 11:17

Il bilancio parla di 3 morti (tra cui una bambina di soli 8 anni) e di oltre 140 feriti, molti dei quali ricoverati in gravi condizioni. Molti sono bambini. Parliamo delle conseguenze del tragico attentato che ha avuto luogo ieri (alle 14:50 ora locale) alla maratona di Boston, in prossimità del traguardo.

Non abbiamo ancora tutte le risposte, non sappiamo chi ha fatto tutto questo e perché. Ma faremo di tutto per scoprirlo. Oggi io, Michelle e tutta l’America ci uniamo alla gente di Boston e piangiamo le sue vittime” ha riferito il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama.

Barack Obama parla alla nazione

Momenti di puro terrore, che hanno fatto rivivere l’angoscia e lo sdegno per quello che fu un giorno che mai nessuno potrà dimenticare: l’11 settembre 2001.

A guidare le indagini per scoprire la reale origine e natura delle esplosioni che hanno sconvolto la città statunitense sono gli agenti dell’Fbi, i quali hanno ribadito che l’attenzione è concentrata nel mondo del terrorismo. Tra i feriti non risultano esserci italiani.Il presidente permanente del Consiglio, Herman Van Rompuy, ha espresso lo shock dell’Unione europea, condannando i terribili attentati ed esprimendo il cordoglio alle famiglie delle vittime. “I responsabili di questi atti atroci saranno portati davanti alla giustizia”, ha fatto poi sapere in una nota Van Rompuy.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti