ASSICURAZIONE AUTO KM 0: QUALI SONO I VANTAGGI

Il mondo delle assicurazioni auto è sempre in continua evoluzione, e costantemente le diverse compagnie assicurative cercano di creare nuovi pacchetti assicurativi.

di Mario Vitelli 17 aprile 2017 17:43
polizza auto, assicurazione

Il mondo delle assicurazioni auto è sempre in continua evoluzione, e costantemente le diverse compagnie assicurative cercano di creare nuovi pacchetti assicurativi volti a rispondere alle diverse esigenze dei consumatori, al fine di aumentare anche il proprio bacino di utenza. Proprio in quest’ottica il mondo delle assicurazioni auto si è trovato a rispondere all’esigenza di chi, pur disponendo di un veicolo, si ritrova a utilizzarlo poco per i propri spostamenti, e nonostante ciò si ritrova ad essere gravato da un costo di assicurazione alto. Alcuni utenti quindi si sono ritrovati e si ritrovano nelle condizioni di sopportare un elevato costo per l’assicurazione auto, nonostante un uso sporadico del mezzo.

Di fronte a questa situazione le compagnie assicurative hanno previsto la possibilità, per questa ristretta cerchia di conducenti, di sottoscrivere una particolare tipologia di polizza auto legata ai chilometri che effettivamente vengono percorsi durante l’anno con il proprio veicolo. Questa particolare tipologia di polizza assicurativa, chiamata appunto assicurazione auto km 0, è stata pensata e si rivolge quindi a coloro che usano poco l’automobile, percorrendo un ridotto numero di chilometri, e rispetto ai quali è sorta l’esigenza di individuare un apposito pacchetto assicurativo in grado di offrire una copertura e un giusto prezzo proporzionato all’uso effettivo dell’auto. Grazie a questa particolare tipologia di polizza assicurativa, l’assicurato non è costretto quindi a sopportare il premio annuo di una normale assicurazione, ma sarà tenuto a versare una quota fissa di premio al quale viene poi applicata una quota variabile, in proporzione agli effettivi chilometri percorsi. Come precedentemente detto,  l’assicurazione auto km 0 si addice a coloro che fanno un uso sporadico dell’auto, preferendo ad essi altri mezzi di trasporto ( come ad esempio i mezzi pubblici) lasciando il veicolo spesso inattivo o in uso per brevi tratti. La sottoscrizione del contratto risulta infatti vantaggioso quando non si superano gli 8000 chilometri l’anno, risultando invece del tutto inadatta per coloro che si ritrovano a percorrere, nell’arco dei 12 mesi, un quantitativo superiore di strada.

VANTAGGI DELLA POLIZZA KM 0

Il vantaggio primario della stipula di una polizza a km 0 è ovviamente connesso al dato economico: questa particolare tipologia di assicurazione risulta essere notevolmente più conveniente rispetto alle normali polizze auto, sebbene ovviamente sia indirizzata ad un pubblico determinato e ristretto. Il vantaggio infatti riservato dalla polizza auto a km 0 è proprio quello di sopportare un costo assicurativo che è proporzionato all’effettivo uso dell’automobile, verificato sulla base dei chilometri effettivamente percorsi durante l’anno dal veicolo. Per eliminare eventuali controversie sul conteggio dello stesso è poi previsto che sul veicolo venga installato un dispositivo satellitare in grado di calcolare gli effettivi chilometri percorsi, così da evitare disputi tra la compagnia assicurativa e l’assicurato. Tale dispositivo, oltre a garantire al conducente un conteggio reale delle distanze percorso ( ponendolo al sicuro da eventuali errori da parte della compagnia che potrebbero far sforare il numero dei chilometri percorsi, e portare conseguentemente ad un aumento del premio) offre all’assicurato in importante servizio di localizzazione satellitare del mezzo in caso di furto, oltre che inviare richieste di soccorso stradale nel caso di situazioni di emergenza.

A costituire un secondario vantaggio nella stipulazione di questa particolare tipologia di assicurazione auto è senza dubbio la certezza del premio da sborsare: poiché il costo del premio è legato ai km percorsi, essendo su tale variabile calcolato e definito, è possibile conoscere in anticipo e in modo chiaro, a quanto ammonterà il costo dell’assicurazione; inoltre la maggior parte dei contratti assicurativi per le assicurazioni a km 0, riportano, sotto la voce costi, tutti gli eventuali surplus da aggiungere al premio nel caso in cui, diversamente da quanto ritenuto, il conducente dovesse percorrere un numero di chilometri maggiori rispetto a quelli dichiarati al momento della stipula del contratto.

In definitiva quindi, per tutti gli automobilisti che fanno ricorso all’auto per un chilometraggio che si aggira, nell’arco dell’anno, tra i 5000 e gli 8000 chilometri, l’assicurazione auto km 0 costituisce il meglio che si possa chiedere: copertura assicurativa piena e prezzo proporzionato all’uso del veicolo. Un modo facile e veloce di risparmiare, rispetto alla normale assicurazione auto, il cui premio annuo non è calibrato sulla base dei chilometri percorsi, ma su altre variabili.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti