Arrestato Roberto Matalone, boss della ‘ndrangheta

L'uomo era latitante dal 2010 e, dopo l'arresto del cognato, gestiva gli affari della cosca di Rosarno.

di Simona Vitale 10 agosto 2012 17:51
Manette

Roberto Batalone, boss della mafia di 35 anni, è stato arrestato su una spiaggia di Ioppolo, nei pressi di Capo Vaticano, nel vibonese. Matalone, ricercato dal 2010, è coinvolto nell’inchiesta All Inside ed è cognato di Ciccio Pesce, figlio del capo clan Antonino “U testoni”. Era lui a gestire gli affari illeciti della cosca di Rosarno, dopo che il cognato era stato arrestato. L’uomo era appena giunto in spiaggia con la moglie e con i figli e, mentre stava prendendo il sole seduto su una sdraio, stava anche leggendo un libro (Cacciatori di mafiosi), quando i carabinieri del Ros lo hanno ammanettato. I carabinieri sono riusciti ad individuare l’uomo seguendo gli spostamenti della sua famiglia.

In particolare i carabinieri tenevano segretamente d’occhio la moglie Maria Grazia che spesso raggiungeva il marito a Ioppolo, sempre di notte e con automobili diverse. L’ex latitante aveva affittato una villa con piscina nel tentativo malriuscito di confondersi insieme agli altri turisti. Il fermo è stato disposto dalla DDA di Reggio Calabria.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti