Anziano uccide la moglie perché “posseduta dal demonio”

La tragedia si è verificata a Misagne, in provincia di Brindisi. A uccidere è stato un uomo di 75 anni. La moglie ne aveva 77. Ad avvertire i militari, ieri sera, è stata una cugina della coppia.

di Gianni Monaco 20 marzo 2012 10:32

Era sicuro che la moglie fosse posseduta dal demonio e per questa assurda ragione l’ha ammazzata. Protagonista dello scellerato gesto Antonio Fina, un anziano di 75 anni, di Mesagne (in provincia di Brindisi). Per uccidere la compagna, l’uomo ha utilizzato il suo fucile da caccia e ha sparato. La vittima è Concetta Milone, di 77 anni. La tragedia è avvenuta nella villetta dove la coppia abitava. Nell’abilitazione gli inquirenti hanno ritrovato un foglio su cui l’assassino, che ha già confessato il delitto, aveva scritto che la moglie era in preda al demonio e che in molte occasioni era stata violenta.

Il delitto si è verificato lunedì mattina. Solo in serata, però, la scoperta. Ad avvertire i militari è stata una cugina della coppia di anziani, che ha anche due figli. La donna, entrando nell’abitazione, ha trovato l’omicida in stato confusionale, disteso sul letto. L’uomo vegliava il corpo della moglie.  I primi rilievi sono stati effettuati dai carabinieri. I militari hanno già recuperato l’arma utilizzato per l’omicidio. L’anziano deteneva legalmente anche un altro fucile.

69 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti