Alessandro Sallusti in carcere, condannato dalla Cassazione

La Suprema Corte ha confermato il verdetto emesso il 17 giugno 2011 condannandolo a 14 mesi di reclusione, senza condizionale.

di Simona Vitale 26 settembre 2012 19:12

Il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti è stato condannato a 14 mesi di reclusione. Così è stato deciso dalla quinta sezione penale della Cassazione. Per Sallusti, dunque, si aprono le porte del carcere in quanto la Suprema Corte ha rigettato il suo ricorso e lo ha anche condannato a pagare le spese processuali, nonché a rifondere quelle sostenute dalla parte civile in qust’ultima fase di giudizio. L’ammontare complessivo di tali spese è di 4500 euro.

La Cassazione ha dunque confermato il verdetto emesso il 17 giugno 2011: 14 mesi di reclusione, senza condizionale. In primo grado Sallusti era stato invece condannato al pagamento di 5mila euro di multa. Tuttavia, evidentemente, la Suprema Corte non ha oggi condiviso le conclusioni che sono state esposte oggi dal pg Gioacchino Izzo che, pur ritenendo Sallusti responsabile del reato contestatogli, aveva chiesto un nuovo processo d’appello per valutare la concessione delle attenuanti generiche. Ciò avrebbe probabilmente consentito a Sallusti uno sconto di pena, evitandogli anche il carcere.

71 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti