Alemanno e Minzolini indagati per concussione: verso l’archiviazione

Gianni Alemanno e Augusto Minzolini, indagati per concussione. Si va verso l'archiviazione e una censura di tipo solo etico. Archiviazione prevista anche per Gianni Letta.

di Simona Vitale 8 marzo 2012 12:32

L’ex direttore del Tg 1 Augusto Minzolini e il sindaco di Roma Gianni Alemanno sono indagati per concussione. Ne dà notizia Il Fatto Quotidiano, secondo cui il primo cittadino della Capitale avrebbe pressato l’ex direttore, già al centro di numerose polemiche e controversie e rimosso dall’incarico lo scorso 13 dicembre, al fine di non fargli mandare in onda servizi legati al tema della prostituzione.  Alemanno chiama l’ex direttore Minzolini per chiedergli di non mandare in onda servizi sulla prostituzione nella capitale. La Procura di Roma sta ora valutando  se dietro i fatti, accertati dalla Procura di Trani, esista comunque rilevanza penale. Tuttavia sembra che la richiesta di archiviazione sia alquanto probabile giacché, voci provenienti dal Palazzo di Giustizia, farebbero propendere più per una censura di tipo etico che per una condanna penale.

L’archiviazione sembra probabile anche per Gianni Letta, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio che era indagato per abuso d’ufficio in relazione alla raccomandazione di un giornalista sempre allo stesso Minzolini. Le indagini rappresentano una fetta della più ampia inchiesta condotta dalla magistratura pugliese nei confronti di Silvio Berlusconi, reo di aver pressato per far chiudere la trasmissione di Michele Santoro, “Annozero”. In quel caso a Roma fu chiesta la chiusura del procedimento. L’episodio in cui è coinvolto Alemanno è simile a quello che vide coinvolto SilvioBerlusconi. Ma le raccomandazioni non costituiscono un reato, come stabilito dalla Cassazione. Ed è per questo che potrebbe essere chiesta l’archiviazione.

 
 

8 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti