Immigrato rischia di finire nel compattatore dei rifiuti

Non trovando rifugio altrove l'immigrato si era rifugiato in un cassonetto ed il giorno dopo, durante lo svuotamento dai rifiuti ha rischiato di finire schiacciato.

di Vincenzo Avagnale 13 ottobre 2011 15:31

Erano le 7 del mattino di questa mattina quando una donna, addetta allo svuotamento dei contenitori stradali del rifiuto indifferenziato, stava provvedendo al suo lavoro in Via Aponia, a Rimini. Peccato che fra i rifiuti messi nel compattatore ci fosse anche un essere umano!

L’immigrato, forse clandestino, gli era sembrata una sagoma, come di un manichino, mentre cadeva nel camion compattatore. Colta dal dubbio ha premuto il pulsante di arresto d’emergenze ed ha controllato. Ha quindi immediatamente chiamato il 118 ed i carabinieri.

Davvero fortunato questo immigrato senza documenti che stava per finire schiacciato in un compattatore di rifiuti dopo aver dormito in un cassonetto! Fortunato almeno è stato per quanto riguarda la prudenza dell’operatrice che ha evitato la tragedia, peccato che nonostante abbia evitato una fine decisamente dolorosa adesso lo aspettino altri dolori.

Infatti in mancanza di documenti l’immigrato verrà probabilmente dichiarato clandestino e poichè in Italia esiste il reato di immigrazione clandestina rischia il carcere, nonché una multa da 5000 a 10000 euro.

8 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: rimini
Commenti