Scoprono che la figlia è gay, decidono di darla in adozione

I signori Chadwell, originari del South Carolina, hanno preso l'opinabile decisione a causa della loro intolleranza verso coloro che non sono eterosessuali.

di Simona Vitale 7 aprile 2013 12:01

Il signor e la signora Chadwell hanno ponderato la scelta difficile di dare loro figlia gay in adozione. La coppia, originaria del South Carolina, ha fatto notizia, negli Stati Uniti e non solo, perché si tratta del primo caso (almeno conosciuto) in cui due genitori hanno deciso di dare in adozione una figlia a causa del suo orientamento sessuale. Normalmente, i genitori danno i loro figli in adozione perché consapevoli di non essere in grado di riuscire ad allevarli in condizioni adeguate (soprattutto a causa di difficoltà finanziarie) o perché, comunque, non si è ancora mentalmente in grado di prendersi cura di un piccolo essere umano che necessità di cura e amore per crescere.

I bambini, inoltre, vengono dati in adozione in giovanissima età, ma April Chadwell ha 16 anni. Tuttavia, la ragazza è stato indicata come legalmente adottabile da parte dello stato del South Carolina. La signora Chadwell ha dichiarato che rinunciare alla figlia non è stata una scelta semplice, ma che sia lei che suo marito non sarebbero stati in grado di gestire una scelta con la quale non sono affatto d’accordo e che non riescono a comprendere.

I Chadwells hanno anche detto di aver ricevuto aiuto dalla chiesa locale che frequentano e che ha pregato per settimane alla ricerca di una guida per la coppia, giungendo alla conclusione che sarebbe stato meglio affidare la giovane April alle cure dello Stato nella speranza che potesse essere adottata da una famiglia aperta e tollerante verso i gay.

Oltre 2200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti