Gesù gay, il volantino che scatena l’inferno

La Destra austriaca ritiene l'immagine "un attacco personale e un insulto a un intero popolo perché si fa beffa della comunità religiosa".

di Simona Vitale 28 marzo 2013 15:24

Enormi polemiche ha suscitato in Austria la pubblicazione di un volantino alquanto provocatorio nel quale viene raffigurato Gesù e la sua, ipotetica, apertura al mondo omosessuale. Il putiferio scatenato è stato raccontato dal giornale austriaco Queer.de, il quale ha messo in evidenza che Harald Vilimsky, segretario FPÖ si è sentito offeso in prima persona in quanto l’organizzazione giovanile del partito dei Verdi ha diffuso un giornale satirico con la raffigurazione di un Gesù simpatizzante per i gay.

Secondo il segretario, l’immagine, sebbene risalente allo scorso autunno, è molto offensiva ed è giunta a conoscenza della Destra del Paese solo ora. Il giornale austriaco scrive: “È arrivata nelle mani della destra solo ora“. Le polemiche si riferiscono al ragazzo giovane che, biblicamente vestito, indica la strada per il Gay Pride di Dornbirn.

Il giornaletto satirico è stato distribuito anche nelle scuole e il partito CFP (il partito cristiano), per mezzo del suo presidente Konstantin Dobrilovic, ha fatto sapere che si tratta di “un attacco personale e un insulto a un intero popolo perché si fa beffa della comunità religiosa. Questo dimostra ancora una volta che i Verdi dell’Austria utilizzano la fede cristiana e il sentimento religioso per invocare i benefici che tanto odiavano”.

58 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti