I gatti neri, allarme Halloween: l’Aidaa organizza ronde

La medievale credenza che i gatti neri siano aiutanti delle streghe porta questi magnifici felini a correre seri rischi nella notte più misteriosa dell'anno.

di Giorgia Martino 30 ottobre 2012 20:27

I gatti neri sono meravigliosi, eleganti, sensuali e simili a piccole pantere. Peccato che siano anche vittime di una terribile credenza che vuole portino ‘sfortuna’. Questo tremendo sintomo d’ignoranza purtroppo raggiunge il suo apice la notte di Halloween, quando i gatti neri rischiano di essere uccisi per la medievale paura che si tratti di ‘aiutanti delle streghe’, tanto che nel periodo storico più ‘buio’ questi meravigliosi esemplari felini venivano bruciati vivi come avveniva con le presunte streghe appunto. Spesso, in alcune zone d’Italia, ci sono vere e proprie sparizioni di gatti neri che vengono rubati (sia randagi che casalinghi) perché destinati a mattanze e a sacrifici, sia da parte di sette che di semplici teppisti, tanto che la stima dei gatti neri uccisi ad ogni Halloween ammonta al numero di 30.000.

Per questo motivo, anche quest’anno, l’Aidaa organizzerà ronde che controlleranno Torino, così come varie zone della Lombardia, dell’Emilia, della Toscana, dell’Umbria, del Veneto, del Lazio, della Sicilia e della Campania, ovvero le zone che l’associazione considera “a rischio per la presenza di gruppi esoterici e pseudo-satanici”.

Ma non solo Halloween per l’Aidaa, bensì anche il festeggiamento del “Gatto Nero Day” proprio qualche giorno dopo la notte del 31 ottobre: il 17 novembre 2012 è il settimo anno consecutivo di questa ricorrenza, e quest’anno per la prima volta si affianca alla giornata dell’orgoglio dei gatti randagi e si festeggia a Brindisi.

A tal proposito afferma Lorenzo Croce, presidente dell’Aidaa:

Abbiamo deciso di portare al sud la festa, che oramai da molti viene considerata come un vero e proprio giorno anti-jella. Per noi è una sfida importante: vogliamo costruire una cultura di tutela degli animali e crediamo che questo giorno possa diventare il cuore di un’idea di tutela che vada contro antiche e per certi versi stupide superstizioni.

Si ricorda inoltre che uccidere e maltrattare un animale è un reato che prevede il carcere da 3 mesi a un anno nonché multe da 3 mila a 15 mila euro (legge 189 del 2004).

Si raccomanda a chi vuol dare in adozione dei gatti neri a persone poco conosciute di evitare assolutamente questo periodo.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti