Tenta di salvare il suo cane: muore annegato in un laghetto

Nel tentativo di salvare il suo cane che vi era finito dentro, un uomo è annegato in un laghetto artificiale, usato per raccogliere l'acqua necessaria ai contadini, nei pressi di Savignano, al confine tra le province di Rimini e di Forlì-Cesena.

di Simona Vitale 22 gennaio 2012 20:23

L’amore indiscusso per il suo cane gli è stato fatale. Parliamo della triste storia di Luciano Vasini, un cacciatore di 63 anni di Bellaria, in provincia di Rimini. Il cacciatore, infatti, è morto annegato in un laghetto artificiale a Savignano, paese situato al confine tra le province di Rimini e Forlì-Cesena, in via Melozzo da Forlì, nel disperato tentativo di salvare il suo cane che vi era finito dentro.  L’uomo si era allontanato da casa intorno alle 17:00, la moglie poi, verso le 19:00, non vedendolo tornare ha deciso di lanciare l’allarme.

Alle ricerche hanno partecipato i carabinieri della Compagnia di Cesenatico, i vigili del fuoco, la polizia municipale, la Protezione Civile e i sommozzatori di Ravenna. Vasini è stato trovato privo di vita in un invaso che serve a raccogliere l’acqua necessaria ai contadini, intorno alle 23:00. Nello stesso laghetto artificiale è stato trovato anche il cadavere del suo amico a 4 zampe.

17 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti