7 meravigliosi luoghi abbandonati in Antartide

Sperduti nelle zone più inaccessibili del globo, qui l'azione del tempo si è fatta sentire ben poco e tutto conserva un intatto fascino.

di Simona Vitale 5 agosto 2013 13:02

Alla fine della terra, in alcuni dei luoghi più remoti che l’uomo conosca, i resti di un’esplorazione umana decisamente mal consigliata possono essere rinvenuti sotto forma di attrezzature arrugginite, di edifici quasi interamente sepolti nella neve e navi abbandonate. Abbandonate a se stesse a causa dell’inaccessibilità, della guerra, di mancanza di industrie e di condizioni inospitali, queste vecchie basi militari e strutture di ricerca costituiscono alcune  delle più inquietanti città-fantasma del mondo.

1. Whaler Bay Ghost Town, isola di Deception

Isola Deception

Nata sull’isola Deception come una base sulla nave a forma di C di una società baleniera norvegese-cilena nei primi anni del 20 ° secolo, la Baia di Whaler è stata abbandonata quando i prezzi del petrolio sono crollati durante la Grande Depressione. Una frana causata dalla eruzione più recente nel 1969 seppellì molte delle strutture.

Ora che son passati decenni l’isola è completamente deserta, ma rimangono i resti degli edifici, delle attrezzature e delle navi. L’isola Deception è così chiamata perché il piccolo ingresso alla sua baia è difficile da trovare. Alcuni esploratori, infatti, hanno pensato che l’isola non fosse costituita da altro che alte falesie rocciose impossibili da raggiungere. Una volta dentro, però, gli ospiti sono accolti da acque sorprendentemente calde a causa dei vulcani dormienti, che bollono in alcuni punti, ma offrono un bagno confortevole in altri.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti