Blue Monday, il giorno più nero dell’anno

Cade il terzo lunedì di gennaio il giorno più triste dell’anno individuato 15 anni fa dallo psicologo inglese Clff Arnall. Come reagire.

di fabiana 16 gennaio 2017 8:34
blue monday

Oggi non è solo lunedì, ma anche un lunedì speciale: è il Blue Monday che cade il terzo lunedì di gennaio e che viene indicato come il giorno più triste di tutto l’anno che nel 2017 coincide con il 16 gennaio. 

blue monday

Individuato circa 15 anni or sono dallo psicologo inglese, Clff Arnall sulla base di calcoli matematici poco condivisibili, ma inattaccabili, il Blue Monday viene particolarmente sentito in Inghilterra tanto che in coincidenza di questa giornata aumentano vertiginosamente le assenze sul lavoro. 

Ma quali sono le variabili che incidono nella costituzione del Blue Monday? Arnall ha semplicemente individuato una serie di elementi che cadono in questa giornata incidendo e non poco sull’umore scatenando il picco della depressione.

A incidere concorrono le condizioni meteo molto sfavorevoli, le poche ore di luce, le feste di Natale concluse da poco, ma anche la ripresa del lavoro a ritmi pieni, il senso di colpa per aver speso o mangiato troppo durante le feste, le spese accumulate e la mancanza di soldi in attesa del prossimo stipendio, ma anche la presa di coscienza dell’inizio del nuovo anno.

Ma sarà tutto vero? In parte sì, ma sembra che l’invenzione del Blue Monday sia stata in qualche modo favorita dalla richiesta di Sky travel nel tentativo di vendere un numero maggiore di viaggi nel mese di gennaio. E sembra che il tentativo di vendere il terzo lunedì del mese come il più nero dell’anno abbia in qualche modo funzionato.

Gli esperti però invitano a non lasciarsi travolgere dalla giornata, ma cercare di guardare il tutto da una prospettiva del tutto diversa cercando di valorizzare anche un sentimento spesso osteggiato come quello della malinconia.
Insomma sarebbe il caso di vivere la giornata con un invito alla riflessione cercando di ritagliarsi del tempo da dedicare all’attività fisica, favorendo il rilascio di endorfine che contribuiscono al benessere psicofisico, ma anche seguire un’alimentazione sana che di regali la giusta energia e scegliere obiettivi non utopistici concedendosi anche dei piccoli premi dopo una giornata di lavoro cercando di recuperare i rapporti veri.

Una serie di consigli da mettere in pratica non solo per contrastare il Blue Monday, ma per vivere meglio ogni giorno.

PHOTO CREDITS| THINKSTOCK

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti