5 folli motivi per essere cacciati fuori da un museo

Andiamo a scoprire perché talune persone sono state allontanate dalle guardie di sicurezza che hanno ritenuto non idonei determinati comportamenti.

di Simona Vitale 13 ottobre 2013 12:25

Se normalmente per visitare un museo, culla di secoli di arte, bisogna mostrare rispetto e educazione, le persone di cui vi raccontiamo di seguito hanno invece fatto tutt’altro, arrivando a farsi cacciare via.

Scopriamo di chi si tratta come ci suggerisce anche Oddee.com.

1. Saltare su un letto storico

letto antico

Nel maggio del 2012, un gruppo di studenti del secondo anno era in visita al Museo d’Arte delle Americhe  quando uno studente del liceo di Arlington ha violato la sicurezza, è passato sotto la corda ed è saltato su un letto che risale al 1800. Fortunatamente niente di rotto, ma lo studente ha causato abbastanza problemi, tanto che un bel gruppo di alunni è stato scortato fuori. Tre studenti sono stati sospesi e la direzione del liceo si è scusata con il museo per il deplorevole comportamento degli studenti.

2. Rovinare la mouquette con la sedia a rotelle

Lexi Haas

Lexi Haas, 11 anni, è vittima di un grave disturbo neurologico conosciuto come Kernicterus, così lei non può parlare bene, ma è in grado di comunicare con “sì” o “no”. Purtroppo, lei vive anche su una sedia a rotelle. Nel luglio 2013, la famiglia Haas ‘ha deciso di visitare le navi del Museo del Mare a Savannah. Tuttavia, quando sono arrivati sono stati scioccati nel sentire le motivazioni del personale per vietare a Lexi di entrare. Erano preoccupati che i tappeti avrebbero potuto rovinarsi a causa della sedia a rotelle. Il museo ha poi offerto le sue scuse, esprimendo “shock e sgomento” per il personale responsabile del rifiuto e allontanandolo dalla struttura.

3. Darsi la mano

mano

Nel luglio 2011, una coppia di lesbiche è stata cacciata dalla mostra di un museo di San Francisco perché si tenevano per mano
Secondo il San Francisco Chronicle, la coppia era al Contemporary Jewish Museum quando è stata avvicinata da una guardia, Onlooker Jane Levikow, che le ha rimproverate. Quando le due ragazze hanno opinato che potevano benissimo camminare mano nella mano in un museo, la guardia ha cercato di farle uscire. Il museo in seguito ha chiesto scusa, chiedendo anche alla società privata società che si occupa della sicurezza del museo di rimproverare la guardia. 

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti