5 affascinanti tradizioni dal mondo per accogliere i neonati

Come benedire una nuova vita che viene alla luce? Scopriamolo insieme grazie a queste interessanti celebrazioni provenienti da ogni angolo del mondo.

di Simona Vitale 5 febbraio 2014 16:50

Se la nascita di un bambino è pur sempre una cosa davvero meravigliosa, allo stesso modo molto affascinanti possono essere alcuni rituali e tradizioni osservate proprio per celebrare la nascita di una nuova vita.

Scopriamo, insieme, dunque alcune delle tradizioni più sorprendenti, sparse per il mondo, e grazie alle quali si accolgono i neonati.

1. Il confezionamento del cordone ombelicale all’interno di una scatola di legno (Giappone)
Cordone

Quando ad  un bambino vengono tagliati i capelli per la prima volta, la maggior parte dei genitori ne conserva una ciocca di capelli, mentre altri conservano la prima scarpa del loro bambino. Le madri giapponesi in genere hanno a cuore il cordone ombelicale. Gli ospedali in Giappone impacchettano i cordoni all’interno di scatole di legno e li presentano alle mamme al momento della loro partenza dall’ospedale. All’interno della scatola c’è a volte una piccola bambola che rappresenta un bambino addormentato che indossa un kimono. Il kimono può essere dispiegato e il cordone ombelicale posto all’interno. Si ritiene che la conservazione del cordone ombelicale in questo modo garantisce un rapporto positivo tra il bambino e la madre. Una settimana dopo la nascita del bambino, i nuovi genitori e i parenti più stretti si terrà una cerimonia di battesimo del bambino, l’Oshichiya , in cui il bambino riceve il nome ufficiale davanti al Butsudan (altare buddista). 

2. Portare i bambini a fare un pisolino al gelo (Danimarca e Svezia)
Pisolino al gelo

Volete portare il vostro bambino o bambina fuori al gelo per il pisolino all’ora di pranzo? La maggior parte dei genitori nordici non se lo farebbe ripetere due volte. Per loro è parte della loro routine quotidiana, a causa della credenza che l’aria fredda in realtà aiuti i bambini a dormire e mangiare meglio. I bambini danesi e svedesi passano il giorno dormendo fuori su un balcone o sul marciapiede, mentre le loro madri e padri passano in negozi o bevono il caffè nel tempo libero. Ciò trova la sua ragione nella scoperta che i bambini esposti all’aria aperta, sia in estate o pieno inverno, abbiamo meno probabilità di prendere il raffreddore. 
3. Ogni neonato ottiene un “pacco maternità” da parte del governo (Finlandia)

Scatola maternità

C’è un detto: “Ogni bambino è dotato di una pagnotta di pane sotto il braccio.” In Finlandia, in effetti, i neonati vengono al mondo con una scatola. Per 75 anni, alle mamme in attesa della Finlandia è stata data una scatola da parte dello Stato. Si tratta di una scatola di vestiti, lenzuola e giocattoli che può  essere usata come un letto. Le madri hanno una scelta tra prendere la scatola o una sovvenzione diretta in denaro, che è attualmente è fissata in 140 euro. Tuttavia, il 95% opta per la scatola che vale molto di più. Originariamente creata per le famiglie a basso reddito, il pacchetto di maternità è diventato disponibile a tutti i genitori nel 1949. Da allora, è stato un punto fermo della nuova paternità e un segno che non importa quale sia il loro background economico, tutti i bambini finlandesi avranno un uguale dall’inizio alla vita.
4. Scuotere il neonato per aiutarlo a sopportare i capricci della vita (Egitto)
Bimbo Egitto

In Egitto, la sopravvivenza e il numero sette sono indissolubilmente legati. Il settimo giorno dell’esistenza di un bambino è formalmente riconosciuta al mondo in una cerimonia di denominazione conosciuta come Sebooh. Secondo la tradizione, la mamma mette il bambino, vestito d’una veste in un grande setaccio bianco e delicatamente lo scuote per aiutarlo ad abityarsi ai capricci della vita.Successivamente, il bambino è posato su una coperta sul pavimento con un coltello posto lungo il petto per allontanare i cattivi spiriti , mentre gli ospiti disperdono cereali, oro e regali intorno a lui. Tutti sono simboli dell’abbondanza voluta per il bambino. La madre passeggia sette volte sopra il corpo del bambino, ancora una volta per allontanare gli spiriti del male, mentre incantesimi sono recitati dagli assistenti per il bambino in modo che egli ascolti ciò che dice sua madre e le obbedisca. Un corteo di luci e incenso segue, con la nuova madre che conduce la strada. Canto bambini e gli ospiti seguono recanti candele e incenso per benedire la casa e i suoi occupanti. Durante il Sebooh, il nome del bambino può essere scelto accendendo candele diverse, a ciascuna delle quali è assegnato un nome diverso per il bambino, all’inizio della cerimonia. La candela che brucia più a lungo indicherà il nome del bambino. 

5. Mettere un bambino sul pavimento circondato da oggetti simbolici per conoscere il suo futuro (Armenia)

Bambino Armenia

Quando ad un bambino cresce il suo primo dentino, i genitori armeni celebrano ciò con una cerimonia chiamata Agra Hadig. Mettono il bambino sul pavimento, circondato da oggetti simbolici, come un metro a nastro, uno stetoscopio, una spatola, un libro e altri oggetti. I genitori poi incoraggiano il bambino a scegliere uno degli articoli. Qualunque elemento il bambino prenda ciò simboleggia il suo futuro. Ad esempio, se un ragazzo sceglie un metro a nastro, allora vuol dire che sarà un architetto o un ingegnere. Naturalmente, solo il tempo potrà dirlo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti