3 milioni di musulmani a la Mecca per Id al-Adha

Ben 3 milioni di musulmani si stanno recando presso la città santa dell'Islam in occasione del Id al-Adha, la festa del sacrificio. I fedeli in viaggio verso l'Arabia Saudita sarebbero in aumento del 5% rispetto all'anno scorso.

di Vincenzo Avagnale 7 novembre 2011 13:05

Ieri milioni di musulmani hanno celebrato in tutto il globo l’Id al-Adha, cioè la festa del sacrificio. Questa festività è la più importante del calendario islamico ed è quella che attrae il numero maggiore di fedeli nella città sacra de la Mecca. Quest’anno la “festa del sacrificio” ha attirato in Arabia Saudita oltre tre milioni di ferventi musulmani, oltre il 5% in più rispetto al 2010.

C’è da dire che secondo la legge coranica un buon musulmano dovrebbe recarsi alla Mecca almeno una volta nella vita. Secondo l’istituto saudita di statististica ben 2.927.717 pellegrini, cioè 1.828.195 sono provenienti dall’estero, mentre 1.099.522 sono sauditi e residenti stranieri del regno. Per il momento non sono stati segnalati incidenti particolarmente rilevanti e quindi l’allerta delle forze di sicurezza è stata fortunatamente inutile (bisogna dire che la gran folla nei luoghi di culto hanno spesso provocato il calpestamento di intere famiglie al verificarsi di incendi o episodi di violenza).

Sono stati 100000 gli agenti che il Ministero dell’Interno dell’Arabia Saudita, fra forze di sicurezza e membri della protezione civile , ha schierato per l’occasione. Il direttore generale del ministero, Mouhanna abdel karim Mouhanna, ha precisato che quest’anno la partecipazione “è aumentata di poco più del 5% rispetto all’anno scorso, ma non c’è di che stupirsene visto che nel mondo la religione musulmana è in continua espansione ed ogni giorno fa nuovi proseliti”.

Il pellegrinaggio verso la Mecca, come già detto, è uno degli elementi fondanti della religione islamica, uno dei 5 elementi base di questa religione, ma questa legge tiene conto delle possibilità economiche individuali e se uno non può permetterselo ne è esonerato. Oltre a quelli che hanno festeggiato nella città santa islamica ci sono stati altri decine e decine di milioni persone sparse in tutto il mondo che hanno festeggiato in patria l‘id al-Adha. Le autorità dei paesi occidentali hanno registrato una diminuzione drastica dell’attività terroristica già una settimana prima della ricorrenza islamica.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti